La nostra storia inizia nel 1988 con il recupero di alcuni vigneti particolarmente vocati e ha assunto negli anni i contorni di una sfida, nella quale assai preziosa si è rivelata la collaborazione dell’enologo Giuseppe Zatti, iniziata nel 1995.

Le vigne dell’azienda si adagiano sulle colline di Canneto Pavese, dove la nostra famiglia coltiva la terra e produce vini nel massimo rispetto dell’ambiente. Da questa filosofia deriva la nostra scelta di conversione al biologico che si concretizza come segue:

  • tutta l’acqua utilizzata per la gestione delle attività colturali proviene da fossi o pozzi di proprietà, e questo ci permette di evitare l’utilizzo di acqua potabile;
  • effettuiamo la concimazione con concimi di natura organica;
  • redistribuiamo le vinacce nei vigneti;
  • trinciamo i sarmenti di potatura “in campo”;
  • eseguiamo sfalci dell’erba, ma non effettuiamo lavorazioni del terreno, al fine di evitare erosioni e l’impoverimento dello stesso;
  • una parte della superficie aziendale viene mantenuta a bosco per compensare la CO2 prodotta dai mezzi agricoli, malgrado l’uso degli stessi sia limitato alle sole attività che richiedono necessariamente la meccanizzazione;
  • il cartone utilizzato per il confezionamento delle bottiglie è prodotto con carta riciclata, così come tutto il cartaceo utilizzato per l’espletamento delle attività burocratiche.

I vini prodotti dalla nostra azienda sono dunque il risultato di un lavoro serio e rigoroso, di una costante attenzione ai valori dell’ambiente e della grande passione che ci ha guidati in questa avventura e che cerchiamo di trasmettere ad ognuna delle nostre bottiglie.